Biblioteca d’arte

Biblioteca d’arte

AVVISO

 Chiusura estiva

Si comunica al gentile pubblico che la biblioteca sarà chiusa da lunedì 7 a venerdì 18 agosto

La Biblioteca d'arte della Fondazione Torino Musei è una biblioteca di consultazione specializzata in storia dell'arte antica, moderna e contemporanea, in critica d’arte, museologia, archeologia, etnografia e numismatica, che cura particolarmente l'approfondimento delle tematiche di ambito locale e l'aggiornamento nei campi di interesse dei Musei Civici. Nasce all'inizio degli anni Trenta come biblioteca interna ai musei con lo scopo di offrire supporto alle ricerche bibliografiche sulle collezioni. Con il successivo e consistente incremento del patrimonio librario assume grande importanza anche per gli studiosi esterni e si decide pertanto di aprirla al pubblico e dotarla di una sede idonea negli edifici della nuova Galleria Civica d'Arte Moderna e Contemporanea, inaugurata nel 1959. Il continuo aggiornamento attraverso acquisti, doni e proficui scambi, mediante i quali si mantengono costantemente le relazioni con numerosi enti italiani e stranieri, ne fa una delle più importanti biblioteche italiane nel settore.

 

Il patrimonio, consistente in 140.000 volumi e comprendente anche CD, DVD, videocassette e nastri registrati è catalogato secondo le regole RICA/REICAT e ISBD. Dal 1997 la biblioteca aderisce alla catalogazione compartecipata del Servizio Bibliotecario Nazionale-SBN e l'intero posseduto è oggi consultabile on-line cliccando sul link evidenziato in questa pagina.

Consulta il catalogo online

 

La dotazione di periodici italiani e stranieri è molto ampia e le testate in abbonamento sono attualmente più di 150, di cui alcune disponibili online.

Consulta i periodici online

 

Nel corso degli anni la biblioteca ha acquisito numerosi fondi speciali. Dal 1932 è conservata una collezione di circa 2000 volumi ed una serie di riviste italiane e straniere provenienti dalla Società Piemontese di Archeologia e Belle Arti (SPABA).

Nel 1950 sono entrati a far parte delle collezioni circa 8000 volumi raccolti da Lorenzo Rovere, direttore dei Musei civici dal 1921 al 1930 ed alla fine degli anni ’70, in ricordo di Aldo Passoni, è stato raccolto un corpus di volumi sulle avanguardie artistiche del secondo dopoguerra.

Nel 2006 la biblioteca ha acquistato dalla Fondazione Giovanni Agnelli un’interessante serie di pubblicazioni dedicate alla storia dell'arte antica asiatica, in particolare cinese. Alla fine dello stesso anno il patrimonio della biblioteca è stato ulteriormente arricchito dall'acquisizione dell’importante fondo della Fondazione Italiana per la Fotografia (FIF) che mette a disposizione degli studiosi un gran numero di testi specialistici sull’argomento, difficilmente reperibili nel panorama italiano. 

Nei depositi della biblioteca è ospitato anche l’Archivio Storico dei Musei Civici torinesi. Tale archivio documenta l'attività e l'evoluzione dei Musei Civici dalla loro nascita avvenuta nel 1863, quando venne inaugurato il primo museo in via Gaudenzio Ferrari, fino ad oggi. Nelle sue carte si ritrova la memoria dell’evoluzione delle collezioni, delle sedi e dell’organizzazione dei Musei Civici torinesi. Le carte sono relative sia all'attività amministrativa e patrimoniale (inventari, acquisizioni, donazioni, spostamenti dei materiali) sia a quella gestionale (rilevante importanza ha la documentazione sugli allestimenti di mostre e rassegne).
La documentazione è conservata in armadi e scaffalature metalliche, ordinata in scatole, raccoglitori e cartelle ed è organizzata per annate e per categorie.
Trattandosi di un complesso nucleo documentario, cospicuo per quantità e qualità della documentazione ed indispensabile per ricostruire la storia dei musei torinesi e delle loro collezioni, il patrimonio è stato oggetto di riordino e schedatura ed è attualmente consultabile e fruibile negli orari di apertura della biblioteca. Per accedervi è necessario compilare il modulo di richiesta, disponibile in sede, accompagnato da una lettera di presentazione. Per le richieste di consultazione dei documenti è sufficiente compilare schede analoghe a quelle per i volumi.

 

Servizi al pubblico

L'accesso alla sala di lettura è consentito, depositando un documento di identità, a tutti coloro che devono effettuare, a qualsiasi titolo, ricerche nelle materie inerenti gli ambiti di specializzazione della biblioteca.
E' possibile, previa autorizzazione e nei limiti previsti dalla legge, effettuare fotocopie ed eseguire fotografie o scansioni dai testi e dai documenti della biblioteca per motivi di studio, ricerca e attività didattiche. Dal 2008, inoltre, è in funzione un sistema WI-FI, corredato di comode multiprese disposte sui tavoli, grazie al quale gli utenti hanno la possibilità di connettersi gratuitamente ad internet anche dal proprio pc portatile.

Sono attivi i servizi di prestito interbibliotecario e di document delivery, mentre non è previsto il prestito esterno.

Per il pubblico sono a disposizione i cataloghi cartacei per autore, titolo e soggetto ed altri cataloghi specifici per mostre e aste aggiornati al 2010. E’ inoltre possibile consultare dalle postazioni a disposizione l’indice SBN e gli OPAC di biblioteche italiane e straniere. 

 

ORARIO

lunedì - venerdì dalle 10 alle 17

Il servizio di distribuzione dei volumi è sospeso dalle 12,45 alle 13,30 e termina alle 16,30.

Contatti

Biblioteca d’Arte - Fondazione Torino Musei

Via Magenta, 31

10128 Torino

biblioteca@fondazionetorinomusei.it

Fax 0114429519

 

Accoglienza / reference

0114429585

 

Informazioni bibliografiche / richieste di prestito interbibliotecario / document delivery

0114429532

stefano.musso@fondazionetorinomusei.it

 

Informazioni relative all’Archivio storico dei Musei Civici

0114429530

franco.stella@fondazionetorinomusei.it

 

 

Potrebbe interessarti anche...
Fondazione Torino Musei