Una corte al femminile: Maria Giovanna Battista di Savoia Nemours a Palazzo Madama | Fondazione Torino Musei
Eventi & Mostre / Fondazione Torino Musei

Palazzo Madama

Una corte al femminile: Maria Giovanna Battista di Savoia Nemours a Palazzo Madama

visita guidata riservata Abbonati Musei

da 26 Giugno 2021 a 27 Novembre 2021

Nell'ambito dell'iniziativa "L'arte con chi ne fa parte", promossa da Abbonamento Musei, Palazzo Madama propone cinque percorsi guidati alla scoperta della residenza sabauda rinnovata tra Sei e Settesento da Maria Giovanna Battista di Savoia Nemours, duchessa di Savoia e seconda Madama Reale.
I percorsi si terranno il sabato pomeriggio e sono riservati ai possessori dell'Abbonamento Musei.

26 giugno ore 16.00 
Un architetto d’eccezione per Palazzo Madama: Filippo Juvarra

Con Maria Giovanna Battista si raccontano l’architettura e l’intervento di Filippo Juvarra a Palazzo Madama: partendo da sala Senato, realizzata nel 1713 per celebrare il figlio Vittorio Amedeo II divenuto Re di Sicilia, si passa alla chiamata di Juvarra e alle trasformazioni del palazzo per farne una delle attrazioni della nuova capitale del regno: lo scalone e l’iconografia a celebrazione della Madama Reale, la facciata, la veranda sud e la sua decorazione. 

31 luglio   ore 16.00
Stanze e cerimoniale, ad ogni ambiente la sua funzione
Il percorso al piano nobile consente al visitatore di rivivere le fasi del cerimoniale dell’epoca che regolava l’accesso degli ospiti e l’avvicinamento alle stanze della duchessa. Dalle sale dove stazionavano le guardie, alla camera di parata dove la Madama Reale riceveva le visite ufficiali, dalle stanze private a quelle di servizio, viene illustrata la successione degli ambienti con le loro funzioni, le decorazioni, gli arredi, perduti, e le abitudini della duchessa che conosciamo attraverso i documenti dell’epoca.

25 settembre ore 16.00
La natura dipinta
Maria Giovanna Battista ha portato a Torino, attraverso l’intervento decorativo dei fratelli Bartolomeo e Domenico Guidobono, un’attenzione particolare per la natura, elemento che caratterizza con originalità le volte del suo appartamento. La visita si concentra sugli aspetti naturalistici nelle decorazioni del palazzo e in alcune opere delle collezioni. Fiori, animali, coralli popolano i soffitti della Duchessa, fanno capolino sui mobili intarsiati dei migliori ebanisti, fanno da sfondo alle scene sacre e diventano protagonisti di paesaggi e vedute.

30 ottobre ore 16.00
La porcellana nelle raccolte di Palazzo Madama
Maria Giovanna Battista aveva una vera e propria passione per la porcellana e amava circondarsi di vasi, tazze, figurine importate dall’Oriente. Gli inventari dei suoi beni testimoniano il gusto per la ceramica e per gli argenti, e descrivono gli spazi dedicati a questo genere di oggetti. Grazie a questi spunti, andremo alla scoperta della raccolta di ceramiche di Palazzo Madama, cresciuta nel tempo fino a divenire una delle più ricche d’Europa.

27 novembre ore 16.00
Due secoli di volti e ritratti
L’importanza del genere del ritratto era ben nota a Maria Giovanna Battista, che si fece ritrarre molte volte, dalla giovinezza al periodo della vedovanza e della reggenza, in abiti e pose diverse. In epoca barocca, il ritratto aveva una valenza simbolica e strategica di affermazione del potere. Il visitatore verrà condotto alla scoperta dei ritratti nelle collezioni di Palazzo Madama, da quelli più ufficiali a cavallo o in maestà, a quelli più intimi delle miniature settecentesche.